La nostra storia

  • 1988

    La compagnia nasce a dicembre del 1988 in occasione della partecipazione al concorso di coreografia di Cagliari. La compagnia viene fondata da Luciano Padovani e da Francesca Mosele. Li seguirà dall'inizio Marina Giacometti, danzatrice. Taigà è la coreografia a firma di Luciano Padovani e Francesca Mosele che vince il 1° premio al 'Concorso Internazionale di Coreografia di Cagliari'. Inizia così l'avventura di Naturalis Labor. Il nome della compagnia è scelto da Francesca e rimanda al senso più profondo di quello che per noi era/è la danza: un lavoro del corpo, un naturalis labor.

  • -------- >

    1990

    Debutta Poveri diavoli, poveri angeli una coproduzione Teatro Comunale di Thiene.
    Coreografie e regia di Luciano Padovani e Francesca Mosele / per quattro danzatori.

    -------- >
  • 1991

    Debutta al Teatro Olimpico di Vicenza Ciel de fer con il patrocinio dell'Ambasciata del Belgio Coreografie e regia di Luciano Padovani, musiche di Diego Dall'Osto, scene di Mauro Zocchetta, costumi di Stefania Muraro con Saverio Tasca alle percussioni e con il Coro Polifonico del Basso Vicentino diretto dal M° Maurizio Fipponi.

    Inizia la rassegna DanzAlcione curata dalla compagnia per alcune stagioni per il Teatro Alcione di Verona. Inizia la collaborazione e amicizia con il regista, attore e direttore Paolo Valerio.

  • -------- >

    1992

    Hotel Lux approda in prima nazionale a Bassano Operaestate, la prima coproduzione del festival diretto da Rosa Sapin. Co-prodotto anche dal Teatro Alcione di Verona. Coreografie e regia di Luciano Padovani Musiche di Diego Dall’Osto, scene di Mauro Zocchetta, costumi di Stefania Muraro.

    -------- >

    1993

    Passatempo Festival Monteverdi di Mantova, regia di Walter Pagliaro.

    -------- >
  • 1994

    Laudabilis, La notte del re Coreografie e regia di Luciano Padovani / coproduzione del Teatro Olimpico di Vicenza costumi di Lucia Lapolla, scene di Mauro Zocchetta. Lo spettacolo avrà il sostengo di Arc Linea e Pal Zileri.

    La compagnia è impegnata per le coreografie del Rigoletto al Bassano Operaestate Festival per la regia di Ulisse Santicchi.

  • -------- >

    1995

    Timone d’Atene è il progetto che nasce dalla collaborazione di Luciano Padovani e Riccardo Brazzale direttore della Lydian Sound Orchestra: Lo spettacolo sarà coprodotto da Operaestate di Bassano e Pergine Spettacolo Aperto. Attore protagonista Paolo Valerio, direttore orchestra Riccardo Brazzale.

    Per l’occasione viene realizzato il cd delle musiche dello spettacolo (arr. Brazzale su musiche originali di Duke Ellington).

    -------- >
  • 1996

    Tutte le mattine del mondo è il progetto che Luciano Padovani realizza con Naturalis Labor per la rassegna Concerti in Villa della Provincia di Vicenza. Musica dal vivo con l’Orchestra Barocca di Bologna.

    Traviata Operaestate di Bassano regia di Ulisse Santicchi.

    Le historie de Ivàn. Vengono riproposti in una serata dittico gli estratti di Laudabilis e Hotel Lux. Inizia un intenso tour nazionale.

  • -------- >

    1997

    Quando il viaggio fu interrotto.

    Lo spettacolo sostenuto dal Comune di Vicenza è un omaggio ai viaggiatori e agli esploratori del mondo. Come per il precedente Laudabilis lo spettacolo ha il sostegno di Arc Linea.

    La compagnia viene riconosciuta dalla Commissione Danza del Ministero realtà di importanza nazionale. Da quest’anno la compagnia sarà sostenuta dal Ministero dei Beni e Attività Culturali.

    -------- >
  • 1998

    Passione va in scena al Teatro Olimpico di Vicenza. Una coproduzione Teatro Olimpico e Festival Abano Danza (diretto dal dott. Bruno Francisci). RaiClassic trasmette un estratto dello spettacolo che avrà un enorme successo.

  • -------- >

    1999

    La compagnia con il sostegno del Comune di Vicenza promuove e organizza Progetto Danza. Incontri, stage, spettacoli e un convegno nazionale.

    -------- >
  • 2000

    In principio è la mia fine, la compagnia è impegnata nel nuovo lavoro di Paolo Valerio che debutta al Teatro Camploy di Verona.

    Enrico V, coproduzione del Teatro Olimpico di Vicenza e Segni Barocchi Festival. Per cinque danzatrici. Coreografie e regia di Luciano Padovani e le scene di Mauro Zocchetta. Testi di Roberto Cuppone con Patricia Zanco voce narrante. Lo stesso anno la compagnia promuove il Corso di Formazione Professionale della Regione Veneto per danzatori sostenuto dalla Regione Veneto e dalla Fondazione Cariverona.

  • -------- >

    2001

    2, Rue des Pommes, Una coproduzione di Festival Oriente Occidente, AbanoDanza e Operaestate Festival. Un duetto che rapisce il cuore di tantissimi spettatori. Danzano Luciano Padovani e Silvia Gribaudi. Inizia il tour dello spettacolo in Italia e all’estero (Germania, Austria) per più di ottanta repliche.

    Nell’ambito de La Notte dei Musei promossa dall’APT del Trentino la compagnia realizza Ritratti fin de siècle spettacolo itinerante all’interno delle sale del Museo delle Albere per la mostra Zandomeneghi, De Nittis.

    -------- >
  • 2002

    Continua la collaborazione con La Notte dei Musei in Trentino: debutta Il principe Volante al Museo dell’aviazione A. Caproni di Trento e Ein Spiel - Varie Umanità al Museo d’arte contemporanea di Cavalese.

  • -------- >

    2003

    Tempus Fugit è lo spettacolo di danza urbana creato in occasione del Centenario della Serenissima e presentato per alcune serate a Palazzo Barbaran da Porto (Vicenza).

    Il mistero dell’acqua spettacolo site specific creato nell’ambito della rassegna In aqua et in montibus vita alle Terme di Rabbi (TN).

    Debutta Au Revoir coproduzione Operaestate Festival Coreografie e regia di Luciano Padovani.

    -------- >
  • 2004

    Inizia l’avventura del festival Forti in scena che terminerà nel 2015 e che vedrà coinvolti all’inizio i comuni di Asiago, Valli del Pasubio, Roana e Vicenza e poi nel corso degli anni si allargherà coinvolgendo decine di Comuni delle varie province della regione. Un omaggio alla Grande Guerra.

    Notte Barocca uno spettacolo di danza urbana a Palazzo Bellini a Comacchio (FE) Coreografie e regia di Luciano Padovani. Inizia la collaborazione con il Comune di Comacchio grazie alla sensibilità del dirigente alla Cultura poi vicesindaco Gianni Persanti. Per il Comune di Comacchio realizzeremo per anni Danza a Comacchio, oltre che numerose creazioni in residenza.

  • -------- >

    2005

    Debuttiamo con il primo spettacolo di danza e tango, Declaraciòn coprodotto da Festival Danzaestate di Bergamo e dal Comune di Comacchio.

    Lo spettacolo segnerà il sold out in tanti teatri italiani.

    -------- >
  • 2006

    La compagnia debutta al Teatro Sociale di Trento con La Catedral, coproduzione di Oriente Occidente Festival. Coreografie e regia di Luciano Padovani, musiche originali di Carlo Carcano, scenografie di Mauro Zocchetta, costumi di Chiara Defant, luci di Lucilla Baroni. Un progetto realizzato grazie alla sensibilità dei direttori del festival Paolo Manfrini e Lanfranco Cis.

  • -------- >

    2007

    Debutta ad Abano Danza il nuovo lavoro di Silvia Bertoncelli e Marta Bevilacqua, Chicken.

    -------- >
  • 2008

    Racconti di Guerre site specifc realizzato per il festival Forti in scena.

    Alma de tango con il quintetto Quejas de Bandoneon e alcuni tra i migliori tangueros europei. Coreografie e regia di Luciano Padovani.

    Le Grand Tango, coproduzione Concerti in Villa. Coreografie e regia di Luciano Padovani.

  • -------- >

    2009

    Forti in scena si rivela un festival molto seguito dal pubblico. Sempre più comuni di diverse province venete aderiscono a questo progetto di spettacolo, cultura e turismo. La Granda Guerra e i suoi luoghi rivivono attraverso la danza, la musica, il teatro.

    -------- >
  • 2010

    Debutta a Verona segnando il sold out, Noche tanguera con il quintetto Quejas de bandoneon. Coreografie e regia di Luciano Padovani.

    In scena lo stesso coreografo con alcuni tra i migliori tangueros argentini e italiani. Un mix di danza e tango che conquista il pubblico per la sua originalità.

  • -------- >

    2011

    Que reste-t-il de nos amours? è la coproduzione Teatro Verdi di Pisa e Bassano Operaestate Festival Coreografie e regia di Luciano Padovani, costumi di Lucia Lapolla, musiche di Carlo Carcano. Il progetto è realizzato grazie al sostegno dei due direttori, Silvano Patacca (Pisa) e Rosa Scapin (Bassano).

    -------- >
  • 2012

    Vicenza diventa protagonista della prima Notte della danza che registra un grande successo di pubblico. L’iniziativa ideata da Luciano Padovani verrà ripresa anche negli anni successivi.

  • -------- >

    2013

    Debutta al Festival Operaestate di Bassano Naveneva, un nuovo lavoro per ragazzi firmato da Silvia Bertoncelli. Costumi Lucia Lapolla, Scene di Antonio Panzuto, musiche originali di Paolo Ottoboni.

    -------- >
  • 2014

    The cut tuk show, un lavoro di e con Martina Cortelazzo prodotto dalla compagnia è selezionato in rappresentanza dell’Italia al Fringe Festival di Edimburgo.

  • -------- >

    2015

    Va in scena Romeo y Julieta Tango una coproduzione Teatro Comunale di Ferrara, Teatro Verdi di Pisa, Amat, Teatro La Fenice di Senigallia. Lo stesso anno debutta La Guerra Granda delle Donne, uno spettacolo ideato e diretto da Silvia Bertoncelli, costumi di Chiara Defant.

    -------- >
  • 2016

    The Lovers debutta a Vicenza con la coproduzione del Festival Spettacoli Classici del Teatro Olimpico. Coreografie di Luciano Padovani e Silvia Bertoncelli. Lo spettacolo viene presentato in versione itinerante all'interno della Basilica Palladiana. Il pubblico verrà suddiviso in due gruppi, uomini e donne, che poi si incontreranno nel corso dello spettacolo.

  • -------- >

    2017

    En tus ojos - Piazzolla Tango approda a Firenze per il debutto al Florence Dance Festival.
    Lo stesso anno debutta a Vicenza lo spettacolo Oro d’ore, coprodotto dal festival Biblico e con le coreografie di Silvia Bertoncelli.

    -------- >
  • 2018

    La compagnia festeggia il trentennale a Vicenza presentando a Vicenza una serie di spettacoli con alcune prime nazionali, un convengo nazionale e numerosi incontri con operatori e pubblico. Lo stesso anno debutta NavenevaKids, un progetto speciale che la coreografa Silvia Bertoncelli realizza per un cast di 13 giovanissimi danzatori di età compresa fra gli 8 e i 12 anni, coproduzione del Teatro Comunale di Vicenza e del Teatro Stabile del Veneto.

  • -------- >

    2019

    Cenere Cenerentola, coproduzione Fondazione Toscana Spettacolo e Festival Danza in rete. Coreografie e regia di Luciano Padovani scene di Mauro Zocchetta, costumi di Lucia Lapolla, luci di Thomas Heuger.

    La compagnia vince il bando Danza Urbana XL 2019 del Network Anticorpi con il lavoro Oro d’ore di Silvia Bertoncelli. Sempre di Silvia Bertoncelli il dittico Alaska|Chopin, Van Beethoven che debutta al Teatro Comunale di Vicenza, coproduzione Festival Danza in rete e Festival Lasciateci Sognare.

    -------- >
  • 2020

    A Luglio, nonostante il lungo lockdown prende il via il festival Visioni di Danza che coinvolge i comuni di Vicenza e Schio, dodici compagnie, ventiquattro serate di danza. Ad agosto debutta A Museum for you evento creato per il Museo Chiericati di Vicenza / Festival Visioni di danza.

    A settembre debutta 4Solos 4Women coproduzione Hangartfest coreografie di Luciano Padovani, Jorge Jakas e Michal Mualem costumi di Lucia Lapolla luci di Thomas Heuger. A dicembre la compagnia è tra i protagonisti del Concerto di Capodanno promosso dal Teatro Stabile del Veneto.